L’antica strada vicinale di Grun


Castel Lusa
Domenica 1 ottobre 2017 andremo a scoprire un angolo di campagna in periferia di Feltre dove il tempo sembra quasi essersi fermato. Il percorso ad anello consente la visita dei caratteristici borghi rurali di Umin, Grun, Lasen e Vignui, percorrendo l’antica strada vicinale che collegava queste località. Immerse sulle pendici del Monte S. Mauro, scopriremo inoltre le ville venete De Mezzan e Bellati, autentici capolavori di architettura del ‘700 ed il Castel Lusa, antico maniero convertito in residenza nobiliare di campagna.


il torrente Stien
Accompagnati dal rombante torrente Stien, percorreremo anche la bellissima valle di S. Martino, ricca di testimonianze culturali e prezioso gioiello naturale del Parco Dolomiti Bellunesi.

L'escursione si svolge su strade sterrate, asfaltate e sentieri e non presenta difficoltà tecniche (durata 4 ore, dislivello 300 m.). Si consiglia l'uso di scarponi o pedule e abbigliamento a strati.

Il ritrovo è alle ore 9.30 al parcheggio a fianco del cimitero in loc. Umin - Feltre (BL) (vedi mappa a lato), coordinate GPS 46.05626, 11.92641


il M. Tomatico da Lasen

Per motivi organizzativi e per la conferma in base alle condizioni meteo (vedi link a lato), è necessario telefonare al 329 4075668 e prenotare l'escursione almeno una settimana prima (minimo 10 persone).

Il rimborso per le spese di guida è di 5 euro per gli adulti, mentre bambini e ragazzi partecipano gratuitamente.


La Valle coi Santi alle finestre


Chiesetta di S. Simon
Celat, Sachet, Andrich, Cogul.... sono i bellissimi borghi rurali di Vallada Agordina che andremo a visitare domenica 24 settembre 2017. Vallada è uno dei paesi della valle del Biois in cui le sapienti architetture montane (tabià e fienili) sono ancora in gran parte conservate e valorizzate.

La Val Biois è anche famosa per i Santi alle finestre: praticamente ogni casa o tabià aveva uno o più affreschi con soggetti di carattere religioso dipinti sulla facciata esterna dell'edificio, a testimonianza della religiosità della popolazione. Ma le sorprese che ci riserva questo territorio non sono finite: la Chiesetta di S. Simon (monumento di importanza nazionale!) infatti, incastonata in mezzo ai magnifici boschi di abete rosso, racchiude un ciclo di affreschi che rappresenta una delle massime espressioni artistiche di Paris Bordon che l'ha dipinto negli anni 1542-43.
Affreschi su tabià


Il percorso prosegue in mezzo ad un bellissimo paesaggio alpino, ai piedi delle Cime d’Auta e della famosa parete nord della Civetta, e ci porta al Rifugio Lagazzon, punto d'appoggio dove potremo riposare e pranzare (pranzo al sacco o in rifugio, su prenotazione: bis di primi Casunziei alle erbette e Gnocchi ai funghi; Dolce a scelta; acqua, vino e caffè euro 17). Da qui, la vista si apre sulla conca di Falcade e Caviola, verso il passo S. Pellegrino, facendoci conoscere nuovi inaspettati paesaggi. Arrivati a Fregona, la stradina inizia a scendere di quota attraverso il bosco di conifere in mezzo alle quali ogni tanto si apre una finestra che ci offre uno scorcio sulla Valle di Gares e su Canale d'Agordo, il paese natale di Papa Luciani.

La parete nord della Civetta
A Carfon invece potremmo vedere "a volo d'uccello" tutta la valle di Vallada Agordina attraversata al mattino. La lunghezza complessiva è di circa 10 km ed il dislivello è di 600 metri. Il percorso si svolge su strade asfaltate e sterrate con qualche tratto di sentiero senza nessuna difficoltà tecnica. Necessarie scarpe da ginnastica con suola scolpita o scarponcini. Il ritrovo è alle ore 9.30 presso il parcheggio in piazza a Celat (vedi cartina a lato) coordinate GPS 46.36416, 11.93332. Per la conferma dell'escursione in base alle condizioni meteo (vedi link a lato) ed al raggiungimento del numero minimo di partecipanti (10 persone), è necessario telefonare almeno una settimana prima al 329 4075668. 
Il rimborso per le spese di guida è di 10 euro per gli adulti, mentre bambini e ragazzi partecipano gratuitamente.

Programma definitivo 2017-2018

In anteprima multimediale, vi presento il programma definitivo di escursioni Conoscere il territorio del Veneto 2017-2018

Siamo ancora in cerca di uno sponsor per la stampa del depliant e, prossimamente, dovremo avere disponibili anche qualche copia su carta.

In attesa del depliant, rimane sempre il fai-da-te con possibilità di scaricare il programma in formato .pdf e di stamparlo autonomamente per chi vuole avere il calendario sempre a portata di mano!

 

Arrivederci a settembre!

 

 

Buone passeggiate (e pedalate) con Conoscere il territorio del Veneto 2017-2018!

 

Casera Pos