I patriarchi del Cansiglio



il faggio di S. Anna
Domenica 28 maggio 2017 andremo sul Cansiglio, a visitare l’antico “bosco da reme” della Serenissima. Il Cansiglio diventa un luogo magico soprattutto in autunno ed in primavera quando le piante di faggio iniziano a sentire il cambio di stagione. In quest’area della foresta, vivono anche alcuni tra gli esemplari più vetusti di faggio, abete rosso e abete bianco che potremo ammirare nel nostro percorso ad anello. Il sentiero ci porterà fino a Pian Canaie dove vive ancora una piccola comunità di cimbri, antica popolazione proveniente dalla Baviera che si è insediata nel 1800 in quest'area per lo sfruttamento del legname e l'attività di produzione del carbone.

bosco da reme
Il ritrovo è alle ore 9.30 al parcheggio loc. Campon – Cansiglio Tambre (BL) (vedi cartina a lato) coordinate GPS 46.09714, 12.40796.. Il percorso (durata 5 ore, dislivello 400 m.) non presenta nessuna difficoltà e si svolge su strade sterrate e su sentiero. Sono necessari gli scarponi e consigliati i bastoncini. 
Previsto solo pranzo al sacco.

Valmenera





Per la conferma dell'escursione in base alle condizioni meteo (vedi link a lato) ed al raggiungimento del numero minimo di partecipanti (10 persone), è necessario telefonare al 329 4075668.  Il rimborso spese per la guida è di 10 euro per gli adulti mentre bambini e ragazzi sono gratis.





I grandi alberi del Col Visentin



Quantin e il M. Serva
Domenica 4 giugno 2017 andremo sul Col Visentin, ma non per sciare sulle piste del Nevegàl !!! Il nostro interesse escursionistico è dato dalla particolare posizione di questa montagna che la fa diventare un balcone naturale sulla Valbelluna e sull’Alpago, riservando numerosissimi tesori naturali, paesaggistici ed architettonici.
Panorama sull'Alpago

Tra i prati ancora ben curati, si celano alberi monumentali di tiglio, rovere, faggio e ciliegio che accompagnano vecchie abitazioni in pietra dai nomi inquietanti come la Casera del Diaol, da cui si gode un incredibile vista sul lago di S. Croce e sulla conca dell’Alpago.

Casera del Diaol
Il ritrovo è alle ore 9.30 al parcheggio a fianco del cimitero in loc. Quantin – Ponte nelle Alpi (BL) (vedi cartina a lato) coordinate GPS 46.13194, 12.29482Si raggiunge facilmente dall’uscita dell’Autostrada A 27 Belluno. Il percorso (durata 6 ore, dislivello 600 m.) non presenta difficoltà tecniche e si svolge su strade sterrate e su sentiero. Sono necessari gli scarponi e consigliati i bastoncini. Previsto solo pranzo al sacco.


Per la conferma dell'escursione in base alle condizioni meteo (vedi link a lato) ed al raggiungimento del numero minimo di partecipanti (10 persone), è necessario telefonare al 329 4075668.  Il rimborso spese per la guida è di 10 euro per gli adulti mentre bambini e ragazzi sono gratis.

Sulla via della pietra



Antica strada "romana"

Domenica 18 giugno 2017 il nostro itinerario ripercorre le antiche strade che si snodano sui terrazzamenti costruiti nei secoli dagli abitanti che si erano insediati alle pendici del monte  Dolada.
Qui la pietra e la sua lavorazione rappresentano il denominatore comune di tutto il territorio e del percorso che si snoda attraverso cave da mole, muri a secco, antiche frane e resti di castelli che hanno visto anche la presenza dei Longobardi.

Murales dei Longobardi
Il ritrovo è alle ore 9.30 al parcheggio di fronte alla trattoria al I Novembre loc. Paiane – Ponte nelle Alpi (BL) (vedi cartina a lato) coordinate GPS 46.17502, 12.30938. Si raggiunge facilmente dall’uscita dell’Autostrada A 27 Belluno.

Cava delle mole
Il percorso (durata 3,5 ore, dislivello 150 m.) non presenta difficoltà tecniche e si svolge su strade sterrate e su sentiero. Sono necessari gli scarponi e consigliati i bastoncini.

Per la conferma dell'escursione in base alle condizioni meteo (vedi link a lato) ed al raggiungimento del numero minimo di partecipanti (10 persone), è necessario telefonare al 329 4075668.  Il rimborso spese per la guida è di 5 euro per gli adulti mentre bambini e ragazzi sono gratis.